BenMivoglio per i boschi delle dolomiti

UN AIUTO PER

I BOSCHI DELLE DOLOMITI

BenMiVoglio a.s.d. lancia un appello a tutti gli amanti dell’Outdoor e del Trekking

Domenica 13 gennaio 2019, alle ore 10.00, la prima delle iniziative che Benmivoglio a.s.d. promuove per raccogliere fondi per una valle particolarmente colpita dall’evento apocalittico del 29 e 30 ottobre scorso: la Val Visdende, nel bellunese.

Ritrovo in Piazza della Pace alle 9.45, partenza ore 10:

camminata collinare di circa 9 km, su strade a poco trafficate e sentieri CAI, affascinanti nella stagione invernale.

Richiesto un contributo minimo di € 5, tutto il ricavato dell’iniziativa sarà raccolto, rendicontato e consegnato direttamente alle Autorità Competenti al termine della campagna di raccolta fondi.

Oltre 100 anni solo per rivedere il paesaggio com’era fino a pochi giorni fa.

Più di 3 anni solo per spostare gli abeti abbattuti e ripulire il terreno.

300 milioni di Euro il budget stimato per la pulizia e rimozione dei tronchi.

 

Fa impressione, fra tutte, la situazione nella Val Visdende. I suoi abeti rossi sono infatti famosi perché vengono utilizzati per costruire i violini più famosi al mondo: gli Stradivari. Un quinto di essi non esistono più. Il bosco ricrescerà, ma ci sono misure urgentissime da attuare subito.

Ci sono due pericoli in agguato:

  • in inverno le valanghe saranno un vero e proprio problema, senza quegli alberi che le contenevano;
  • in estate l’incubo saranno i coleotteri che si cibano proprio di legno e che riproducendosi molto più velocemente potrebbero invadere le valli e attaccare così anche quelli sani.

L’unica soluzione è quella di rimuovere gli abeti più in fretta possibile, anche se non sarà semplice piazzarli e ci vorranno, come detto, oltre tre anni di tempo solo per rimuoverli.

Troverai più nei boschi che nei libri.

Gli alberi e le rocce ti insegneranno cose

che nessun maestro ti dirà. 

Bernard de Clairvaux, Lettere, XII sec.